giovedì 15 maggio 2014

Zalando.it --- La mia esperienza

Alzi la mano chi non ha mai visto in tv la pubblicità di Zalando con Rossella Brescia rauca per la troppa euforia o quella della signora che entra ed esce dal camerino ?
Ormai da qualche mese a questa parte lo spot pubblicitario di questo store online di abbigliamento, accessori e altro si è riservato un posto tra i nostri programmi preferiti lasciando non poca curiosità nei telespettatori, o almeno in me sicuramente ;)



La prima volta che ho visto lo spot devo ammettere che ho subito pensato ad una fregatura di quelle da manuale, di quelle che finiscono per diventare aneddoti da raccontare a tutti ma solo dopo anni di psicanalisi XD!
Varie ed innumerevoli visite sul Zalando.it hanno costellato il mio percorso pre acquisto. Dopo aver sbavato sulle varie Vans, Dr Martens e tanti altri brands più o meno noti, più o meno costosi, mi sono decisa a fare il primo ordine, complici gli scontissimi (permettetemi il ferimento della grammatica italiana in questo momento!) fino al 70% che è facile trovare sul sito. C'è sempre qualche affare che vale la pena di portare a termine o a casa.

Compiuta l'impresa titanica di convincermi a fare un ordine sono passata alla scelta delle scarpe (mi servivano un paio di scarpette nuove) da acquistare.
Mio fratello ha scelto un paio di stivaletti che ha pagato solo 27 euro contro gli 80 iniziali. La mia scelta ,dopo ovviamente un'indecisione tremenda, è ricaduta su un paio di sneakers alte abbellite da borchiette a forma di stella, veramente molto carine!
Pagate 25 euro con lo sconto del 50%.



Il problema con la P maiuscola che riscontra quasi sempre chi acquista abiti/scarpe online è sicuramente indovinare la taglia giusta. Indovinare è esattamente il termine più azzeccato.
Io porto solitamente un 37 che può diventare anche 38 e mezzo all'occorrenza, dipende dal tipo di scarpa, dalla sua vestibilità. Ad esempio ho Converse (adoro le Converse!) 38 e altre (quelle invernali, con una specie di imbottitura pelosa interna) 38 e mezzo.

Per aiutarci nella scelta Zalando mette a disposizione dei clienti una tabella che riporta le taglie italiane e le corrispondenze con quelle UK e USA, in relazione alla lunghezza del piede.

Basterebbe prendere la misura in cm dei nostri piedi e seguire la tabella... Basterebbe appunto!
La misura del mio piede è di 23,3 cm che confrontata con la tabella mi ha fatto propendere per il numero 38. Alla fine la differenza era di soli 5 mm, bazzecole mi sono detta. Niente di più errato!

Dopo aver scelto taglia ed eventuale cambio di colore si procede all'acquisto.



Spedizione e reso

Zalando, oltre alle spese di spedizione e di eventuale reso gratuite, offre la possibilità di pagare in contrassegno senza alcuna aggiunta. Per un pizzico di sfiducia ho scelto di avvalermi di questa possibilità.
Un veloce controllo non fa mai male e poi si inoltra l'ordine.

L'ordine è stato fatto di domenica e il pacco è arrivato il venerdì in mattinata.

Soli cinque giorni di attesa e il pacco è arrivato tra le mie impazienti mani.

Cinque giorni quando vivi in Sicilia sono veramente pochi XD!
Il pacco è arrivato a casa ben sigillato, contenente entrambe le scatole delle scarpe.

Appena le ho viste ho subito capito! Il mio peggior timore si era già realizzato nella mia testa, dovevo solo provare la scarpa per realizzarlo anche nella realtà.

Le scarpe erano troppo grandi!

Una tragedia! Io già pensavo al reso, ai soldi del rimborso che non mi sarebbero mai arrivati... Non sono esattamente la persona più ottimista del mondo ecco XD!

Zalando purtroppo non offre la possibilità di cambiare l'articolo quindi in caso di errata misura bisogna restituire l'articolo e chiedere il rimborso. E ovviamente aspettare che arrivi il rimborso.
Sul sito è possibile compilare il modulo per la richiesta del reso, il corriere passa a casa per ritirare il pacco o potete andare anche voi a consegnarlo al punto ritiro del corriere.
E' necessario stampare una sorta di bolla da attaccare sullo scatolone perfettamente imballato che conterrà la scatola delle scarpe.
Semplice,no?

Eccovi una piccola guida-stamp, qui troverete il link con la spiegazione dettagliata offerta dal sito stesso.



Per il rimborso è necessario avere un conto bancario (ovviamente) e un codice, detto SWIFT, utilizzato per i pagamenti internazionali. Il mio rimborso è arrivato in tre settimane circa.
Io nel frattempo avevo però riordinato le scarpe, questa volta della misura giusta che mi erano per giunta già arrivate.

E' possibile effettuare il reso entro 100 giorni.

Questa volta le scarpe avevano una scatola diversa ma ugualmente comoda.


Le scarpe erano avvolte singolarmente in sacchetti bianchi per proteggerle.


Le scarpe sono molto comode, pratiche, non passano inosservate. Le ho trovate molto solide. Solo due borchiette si sono allentate ma è bastato un po' di colla e un martello per risolvere il problema!

Credo di aver detto tutto... Caspita che post lungo!
E voi avete mai acquistato su Zalando.it? Avete intenzione di farlo?

:*

lunedì 12 maggio 2014

Diario di una lunatica cronica --- Tilt in solitudine...

Mi succede spesso ultimamente di andare in Tilt.
Non riesco più a seguire il filo logico dei miei pensieri, non riesco più a capire cosa sta accadendo fuori e quindi sono costretta a fermare tutto, per quanto possibile, e fare un passo indietro nella speranza di riuscire a vedere meglio.
Sì perché credo che per poter capire ed eventualmente apprezzare o criticare al meglio un'opera d'arte sia necessario fare un passo indietro. Allontanarsi dal dettagli singolo della pennellata e guardare l'opera nella sua totalità.
Facile a dirsi quando si parla di un quadro,una statua, difficile quando si tratta della nostra vita.

Quando qualcosa mi spedisce dritta dritta in tilt io mi isolo ancora di più dal mondo e chiudo i contatti con tutto. Atteggiamento codardo, lo riconosco ma io non fuggo dai problemi. Io fuggo dalle distrazioni alla ricerca di una soluzione che magari non riesco nemmeno a trovare. Così scappo dal mondo e mi chiudo nel MIO mondo. Lontana da tutto e da tutti... Anche se onestamente non ci sono poi così tante persona da allontanare :)!

La condizione di solitudine mi ha spaventata sempre, portandomi ad elemosinare l'affetto di qualcuno che evidentemente non meritava un ruolo così importante. Oggi la solitudine non mi spaventa più.
Mi sono ritrovata a pensare e riflettere e io quando rifletto o combino dei danni clamorosi oppure partorisco idee geniali.
Io sono sempre stata sola, nei momenti tosti e duri non ho mai voluto appoggiarmi a nessuno forse perché non c'è mai stato nessuno che andasse oltre frasi di circostanza o almeno che da queste passasse ai fatti.
Sono sempre stata sola e mi sono trovata bene.

Uno dei miei obiettivi che ha caratterizzato gli ultimi periodi, specie dopo la sua dipartita, è stato non dipendere mai più da nessuno. Stare bene da sola, senza per forza avere qualcuno con cui dividere il peso di preoccupazioni o la gioia di un sorriso. Sembra triste ma in fondo non lo è poi così tanto.

"Bisogna imparare a stare soli, solo così si può imparare a stare con gli altri, altrimenti ci stai perché ne hai bisogno. Bisogna fare a scuola un'ora di insegnamento alla solitudine, imparare a bastarsi."                                                                
                                                                                                                             Vasco Rossi

Non sono una sua grande fan, qualche canzone mi rapisce qualche altra no però non posso non concordare con lui su questa massima. Sposo in toto il suo pensiero.
Come si può anche solo iniziare un rapporto di amicizia, di amore se lo si fa per fuggire da noi stessi?
E' come quando dicono che per piacere agli altri bisogna prima piacersi. Il concetto di fondo è lo stesso.

Ho capito che la solitudine in fondo mi piace... O meglio non mi disturba poi così tanto il che per me è già un passo avanti.

Quando capisci che non hai bisogno di nessuno per stare a galla, per vivere o per sopravvivere vedi tutto più chiaro. Io per esempio ho capito che alcune persone continuavo a tenermele vicine solo per paura di restare sola o meglio per paura di ammettere di esserlo effettivamente. Nonostante questa persona non si comporti da amico nei miei confronti.

Afferrato questo concetto tutto si è rivelato più chiaro.

In fondo c'è un lato positivo dell'andare in tilt ;)!

Buon tilt a tutti XD!